Ciao!

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione per qualsiasi tua richiesta.

Chiamaci ora
Orario Continuato
Visite su appuntamento
Ciao, come possiamo aiutarti?
×
Contattaci

CENTRO FISIOTERAPICO - CHIROTERAPICO - OSTEOPATICO

  • HOME
  • SERVIZI
  • CENTRO FISIOTERAPICO - CHIROTERAPICO - OSTEOPATICO

Fisioterapia

La fisioterapia (dal greco Φυσιο = naturale e θεραπε?α = terapia) è una branca della medicina che si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale attraverso molteplici interventi terapeutici, quali: terapia fisica, terapia manuale/manipolativa, massoterapia, terapia posturale, chinesiterapia e altre.

 

Servizi di fisiokinesiterapia e riabilitazione
  
Obiettivi degli esercizi terapeutici

La Fisiokinesiterapia (FKT) è la cura del corpo attraverso l’utilizzo di esercizi terapeutici specifici per le diverse condizioni cliniche e con l’obiettivo di portare il paziente alla massima ripresa funzionale. Nei nostri percorsi di recupero della colonna vertebrale il paziente viene affidato alla fisioterapista dopo la risoluzione delle fasi dolorose, per meglio modificare in senso fisiologico le alterazioni posturali e le insufficienze muscolari. Uno degli obiettivi di cura più comuni è, infatti, il riequilibrio delle alterazioni posturali rilevate con clinicamente, ma soprattutto con la Spinometria. Scopo del “reset posturale” ottenuto con la fisiokinesiterapia è modificare la storia naturale della patologia vertebrale, che tipicamente si caratterizza per ripetute recidive dolorose nel corso degli anni. Alla fine del trattamento il paziente “conosce” la sua colonna vertebrale, sa come usarla e mantenerla efficiente nel tempo conservandone salute e benessere.

L’esercizio terapeutico è il “farmaco” della riabilitazione non solo per la colonna vertebrale, ma anche per molte altre condizioni.

L’obiettivo di cura può essere il recupero di un’articolazione, la ripresa di un muscolo, la guarigione di una paralisi, il recupero funzionale del cammino, della manipolazione, della mobilità generale. Fondamentale è il carattere “terapeutico” dell’azione della fisioterapista, efficace solo se la scelta degli esercizi è “giusta” e specifica al problema. 

Presso la Clinica Regina Salutis vengono svolti i seguenti trattamenti:

 

Terapia manuale

Risolve contratture, retrazioni e blocchi articolari.

 

Massaggi

Ritonificano e rilassano i muscoli, con effetto analgesico:

  • massaggi decontratturanti
  • massaggi rilassanti e sportivi
  • massaggio svedese
  • massaggio trasverso profondo
  • massaggio connettivale
  • massaggio defaticante
  • massaggio antistress

(Tutti i massaggi vengono eseguiti con uso di appositi oli e creme naturali e ipoallergeniche)

 

Rieducazione posturale Mèzieres 

I muscoli hanno un'azione sinergica e globale e permettono una buona espressione del movimento e il mantenimento di un adeguata postura. La rieducazione posturale è una tecnica che si avvale di esercizi specifici mirati al sistema muscolare per il riequilibrio delle catene muscolari.

 

Trattamento metodo McKenzie

È un sistema di valutazione e trattamento delle affezioni dolorose tramite la programmazione di esercizi specifici da eseguire anche a domicilio.

 

Pompages metodo Bienfait

Si tratta di una tecnica delicata e indolore che prevede delle trazioni progressivamente più intense per allungare e stirare le fasce, i muscoli e le strutture articolari.  Massoterapia terapeutico distrettuale e globale, pre e post gara.

 

Riabilitazione neuromotoria

Per deficit neurologici centrali e periferici (ictus, Parkinson, sclerosi multipla, etc.).

 

Linfodrenaggio

Per la stasi linfatica degli arti superiori e inferiori.

 

Trattamenti chiroterapici 

 

Trattamenti osteopatici

Servizio di chiroterapia e manipolazioni vertebrali

Le chiroterapia (letteralmente “terapia con le mani”) è l’utilizzo di una particolare tecnica manuale – la manipolazione vertebrale – da parte del medico specialista. La tecnica viene applicata dopo un accurato inquadramento diagnostico del paziente, sia clinico che strumentale (almeno radiologico), poiché è efficace solo in ben definiti tipi di dolore vertebrale. È il medico che deve porre l’indicazione ed escludere le controindicazioni, al fine di garantire l’efficacia e la assoluta sicurezza del trattamento.

 

Quando è indicata la chiroterapia?

Il paziente si presenta con una colonna rigida, limitata nei movimenti. Ha mal di schiena (lombalgia), a volte irradiato ad un arto inferiore (sciatalgia). Il dolore cervicale (cervicalgia) è ricorrente, a volte con mal di testa (cefalea) e con vertigini. Spesso fatica a trovare la posizione di notte, ha contratture muscolari, facilmente tendiniti della spalla ed epicondiliti.
Frequentemente questi sintomi sono i postumi di una fase infiammatoria, di un trauma (es. colpo di frusta), di un’ernia discale, di una postura viziata mantenuta a lungo, di una vita sedentaria, di una condizione di stress psichico o di tensione emotiva. L’indicazione elettiva è il cosiddetto “Disturbo Intervertebrale Minore”, dovuto ad una disfunzione di alcune delle oltre 50 articolazioni posteriori della colonna vertebrale (faccette). Il medico deve escludere una condizione infiammatoria e definire clinicamente quali articolazioni trattare con la chiroterapia e la tecnica più adatta a quel paziente.

 

Come si svolge il trattamento chiroterapico?

Il trattamento non è doloroso (segue la regola tassativa del “non dolore”), provoca spesso un modesto scroscio nell’articolazione trattata e ha effetto sul dolore e sulla mobilità praticamente immediato. Prima del trattamento il medico può effettuare alcune semplici manovre manuali a carattere decontratturante. Una colonna interamente “bloccata” si normalizza solitamente in due sedute.

La chiroterapia viene spesso eseguita con monitoraggio posturale (spinometria). Le registrazioni spinometriche eseguite dopo chiroterapia spesso evidenziano una normalizzazione della posturadovuta ad un ripristino della normale funzionalità nelle articolazioni vertebrali. La Spinometria, esame rapido e non invasivo, consente anche di risalire alle cause della patologia e, quindi, di prevenirne la recidiva con semplici provvedimenti.

Il trattamento con chiroterapia si avvale di 1-3 sedute distanziate di alcuni giorni e in genere già in prima giornata il paziente avverte notevoli miglioramenti. Gli effetti benefici del trattamento si protraggono molto a lungo, soprattutto se vengono seguite le semplici indicazioni fornite al paziente per mantenere efficiente la colonna vertebrale. La tecnica è elettivamente indicata anche nelle vertigini cervicali.

Osteopatia

L’osteopatia è un sistema di valutazione e trattamento manipolativo dei disequilibri della mobilità corporea basato sulle conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, etc.) che fa ricorso all’uso esclusivo di tecniche manuali. La finalità del trattamento risiede nel dare la maggiore mobilità possibile alle diverse parti del corpo che, se limitate nella loro reciproca mobilità, possono essere causa di tensioni dolorose e adattamenti posturali. 

Si avvale di:

  •  tecniche manipolative articolari atte a ristabilire il corretto equilibrio e armonia di movimento articolare rispetto al proprio asse di movimento
  •  tecniche muscolo fasciali: delicate manipolazioni del sistema connettivo di sostegno, supporto e protezione di tutto il corpo
  •  tecniche viscerali: delicate mobilizzazioni delle superfici di scorrimento degli organi interni che si adattano continuamente alla mobilità diaframmatica respiratoria
  •  tecniche cranio sacrali: agiscono sulla mobilità reciproca delle ossa craniche e dell’apparato meningeo consentendo la circolazione del liquido cefalo rachidiano, indispensabile per il buon funzionamento del sistema nervoso centrale

Lo scopo dell’osteopatia è quello di riportare equilibrio nel nostro corpo.

Gli osteopati della nostra équipe sono medici o fisioterapisti specializzati in osteopatia.

Il trattamento osteopatico può essere molto utile anche in coordinazione con un trattamento ortognatodontico nei pazienti affetti da malocclusione dentaria.

Vogliamo porre particolare attenzione sull’utilità dell’osteopatia nell’età infantile, dove questa tecnica indirizza il bambino verso una crescita corretta e armonica.

 

Osteopatia pediatrica

L’osteopatia pediatrica serve per intervenire nel momento in cui traumi che si verificano nel corso dell’infanzia vanno a scompensare e alterare l’integrità strutturale dei piccoli, predisponendoli a problemi futuri. La nascita stessa, in realtà, determina pressioni enormi sull’infante, con particolare riferimento alla loro testa. Dopodiché, nel corso dell’infanzia, capitomboli e cadute che capitano ogni giorno contribuiscono in maniera significativa alla possibile comparsa di problemi pediatrici. Epistassi, insonnia, difficoltà della suzione, rigurgiti, coliche infantili, disturbi digestivi, tono muscolare anormale, enuresi, infezioni del tratto urinario, respiratorie o dell’orecchio: sono tanti i problemi che possono essere curati tramite l’osteopatia pediatrica.

Si comincia immediatamente dopo la nascita, che rappresenta l’evento più stressante, dal punto di vista fisico, dell’esistenza di un essere umano. Quando il neonato viene spinto contro il canale vaginale è sottoposto a forze piuttosto violente: deve torcersi e ruotarsi, mentre le ossa pelviche lo comprimono nel suo viaggio verso l’esterno. Tali stress vengono assorbiti con relativa facilità dal cranio del neonato: le ossa morbide, infatti, si piegano, sovrappongono e deformano durante la discesa del piccolo.

Tuttavia, a volte, come risultato del travaglio, può accadere che i neonati vengano alla luce con un cranio la cui forma è piuttosto strana. Con il passare dei giorni, nei primi tempi di vita extra-uterina, poi, la testa perde la sua grande plasmabilità. L’osteopatia neonatale sul cranio può migliorare e alleviare eventuali tensioni e stress sperimentate dal piccolo: quando urla, piange e si dimostra irritabile, per esempio, egli sta manifestando una sensazione di dolore e pressione sul cranio, che rischia di peggiorare nel momento in cui si distende. Da non sottovalutare, inoltre, sono le difficoltà che si sperimentano durante l’alimentazione: può succedere, infatti, che il neonato durante la poppata ingurgiti una quantità notevole di aria che rischia di rendere difficoltosa l’alimentazione: di conseguenza, si procurano stress meccanici a gola, volto e cranio. Per esempio, i nervi della lingua possono irritarsi nella parte che esce dal cranio, così che la suzione si rivela dolorosa e difficoltosa.

L’osteopatia cranio-sacrale, a volta abbreviata in OCS, rappresenta un metodo non invasivo, gentile ed efficace per il trattamento di disturbi che coinvolgono i bambini. Si tratta, in sostanza, di uno strumento di valutazione correttivo e preventivo: una semplice seduta dedicata al neonato permette di eliminare o ridurre al minimo le conseguenze di un parto difficile, e al tempo stesso garantire un’ottima salute al piccolo. In realtà, sarebbe consigliabile che ogni neonato ricevesse dei trattamenti di osteopatia cranio-sacrale immediatamente dopo la nascita. Durante l’intera infanzia, per altro, il trattamento dovrebbe essere ripetuto, in maniera che si adegui al processo di crescita.

 

Trattamento ortodontico e osteopatia

È quindi possibile, soprattutto nei soggetti in età evolutiva, assieme alla terapia ortognatodontica, portare avanti un piano di trattamento osteopatico, volto a facilitare tale terapia e a diminuirne i tempi.