Ciao!

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione per qualsiasi tua richiesta.

Chiamaci ora
Orario Continuato
Visite su appuntamento
Ciao, come possiamo aiutarti?
×
Contattaci

CENTRO ODONTOIATRICO - ORTOGNATODONTICO

  • HOME
  • SERVIZI
  • CENTRO ODONTOIATRICO - ORTOGNATODONTICO

La Clinica Regina Salutis è un Centro Odontoiatrico di eccellenza per la prevenzione e il trattamento di tutte le patologie del cavo, nonché per il miglioramento dell'estetica del sorriso.

Gli operatori della nostra Clinica Odontoiatrica sono tutti specializzati nelle varie branche dell'odontoiatria e sfruttano i migliori presidi tecnico-operativi oggi disponibili.

Da sottolineare, inoltre, come i nostri standard di eccellenza si esprimono anche nei protocolli di sterilizzazione degli strumenti di lavoro e di disinfezione e sanificazione di tutti gli ambienti della Clinica.

 

Il paziente domanda... il dentista risponde

 

Quando serve andare dal dentista?

Molto spesso si pensa di dover andare dal dentista solo per curare una patologia del cavo orale: nulla di più sbagliato!

Importanti ricerche scientifiche evidenziano la necessità di eseguire sedute di igiene dentale professionali periodiche (ogni 6 mesi in un paziente sano). Tale buona prassi eviterà di incorrere in problematiche più gravi e deve essere introdotta già nei bambini (3-4 anni). È importante che l'igiene dentale venga eseguita da un operatore esperto che non si dedichi solamente a "lucidare" i denti ma che si impegni a rimuovere tutto la placca batterica e il tartaro sia sopra che sottogengiva in modo da evitare l'insorgenza della malattia parodontale.

All'igiene dentale i nostri clinici associano sempre la ionoforesi, ovvero l'applicazione topica (sui denti) di gel al fluoro dal sapore gradevole che, tramite l'attivazione di specifici macchiari, stimola la rimineralizzazione dello smalto dentale, rudice la sensibilià dentale e preveniene l'insorgenza delle lesioni cariose. Tale procedura è completamente indolore e dura pochi minuti, con la possibiltà di scegliere l'aroma più gradito fra differenti gusti proposti.

Altresì importante è comprendere le adeguate tecniche di spazzolamento e passaggio del filo interdentale: compito del medico deve essere quindi quello di dedicare il giusto tempo a insegnare al paziente le corrette tecniche di igiene orale domiciliare. Presso la nostra Clinica, pazienti di tutte le età vengono seguiti da specialisti che si dedicano a loro non solo per quanto riguarda la seduta alla poltrona, ma anche per tutto ciò che attiene al miglioramento delle loro abitudini quotidiane e, quindi, il loro stato di salute.

 

Quindi bisogna iniziare da piccoli ad andare dal dentista?
Certamente!

 

Sia per la gestione di una corretta igiene orale sia per eseguire visite di controllo crescita.

La Clinica Regina Salutis presenta un settore specializzato per il controllo crescita e la cura dei bambini dove i vostri figli potranno scoprire che andare dal dentista è un momento assolutamente non traumatico e, anzi, divertente!

Per quanto riguarda i bambini è importante sfatare un altro falso mito: gli apparecchi dentali. L'ortodonzia non serve solo a raddrizzare i denti: una corretta ortodonzia sarà atta a creare un corretto rapporto mandibolo-mascellare. Si parla, cioè, di un importante concetto medico e non solo del raggiungimento di un bel sorriso o di una miglior intercuspidazione volta unicamente alla masticazione.

Uno scorretto rapporto mandibolo-mascellare può essere la causa, già nei ragazzini (per poi consolidarsi e aggravarsi nell’adulto), di problematiche sistemiche, quali:

  • cefalee muscolo tensive
  • problematiche del sistema cocleo-vestibolare (giramenti di testa, vertigini)
  • problematiche del sistema acustico (ronzii, acufeni, senso di ovattamento)
  • problematiche del sistema visivo
  • nevralgie trigeminali
  • problematiche di sviluppo e di sovraccarico delle articolazioni temporo-mandibolari (dolore, click, difficoltà ad aprire la bocca)
  • problematiche di sviluppo asimmetrico delle ossa craniche e dei muscoli masticatori e posturali cranici
  • problematiche deglutitorie
  • atteggiamenti posturali scorretti (ipercifosi, iperolordosi, atteggiementi scoliotici) che tendono a consolidarli con il passare del tempo
  • appoggi plantari non corretti (varismo, valgismo)

Tali sintomi sfociano nella sindrome algico-disfunzionale da alterato rapporto mandibolo-mascellare.

Per garantire ai vostri figli una crescita corretta e bilanciata e non incorrere in queste problematiche, presso la Clinica Regina Salutis sono disponibili medici specialisti in ortognatodonzia e docenti dell'Orthodonthic School di Rimini per eseguire delle vere e proprie visite specialistiche gratuite di controllo crescita. Si suggerisce di eseguire tali screening dai 3-4 anni di età.

Se invece siete adulti, e vi siete rispecchiati in uno o più sintomi sopra elencati, suggeriamo di prenotare una visita gnatologica che consentirà di impostare una eventuale terapia risolutiva.

 

"E se volessimo semplicemente migliorare l'estetica del nostro sorriso?"

Non è mai troppo tardi per ottenere un bel sorriso! Se desiderate migliorare l'allineamento dentale e avere maggiori informazioni su trattamenti ortodontici invisibili nell'adulto, o se volete approfondire le possibilità offerte dalle tecniche di estetica del sorriso e sbiancamento dentale, i nostri operatori saranno a disposizione con le migliori tecnologie presenti oggi in campo scientifico.

 

"Vorrei avere un'idea su eventuali terapie necessarie e sui costi..."

Al fine di ottenere qualsiasi diagnosi o preventivo sensato da un punto di vista scientifico è fondamentale eseguire una visita clinica sul paziente. Non è possibile valutare un piano di trattamento senza che il medico abbia visitato il paziente: in casi differenti si parla di "proposte commerciali" più o meno adeguate e non di "diagnosi medica". Pertanto, nel caso in cui aveste dubbi o curiosità e desideraste l'opinione di un esperto, gli specialisti della Clinica Regina Salutis sono a vostra disposizione (su prenotazione) per una prima visita odontoiatrica gratuita. Laddove sia necessario un esame strumentale a completamento di una diagnosi sarà possibile effettuarlo immediatamente presso la nostra struttura, per evitare scomodità e velocizzare i tempi diagnostici e terapeutici.

Il Centro eroga servizi nei seguenti campi:

Odontoiatria e protesi dentali

  • igiene dentale professionale
  • odontoiatria conservativa
  • parodontologia
  • endodonzia
  • implantologia
  • chirurgia orale e rigenerazione ossea
  • ricostruzioni estetiche
  • sbiancamento dentale con metodica laser (senza effetti collaterali di sensibilizzazione)

Ortodonzia e gnatologia

Il massimo della qualità non solo degli operatori ma anche dei protocolli di sterilizzazione, sanificazione e della prevenzione di tutte le malattie trasmissibili. 

 

Tutti gli studi medici hanno gli stessi standard di sterilizzazione e sanificazione?
Vorremmo non fosse così ma no, non ce l'hanno.

In Italia è presente un Disciplinare Tecnico relativo ai requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l’esercizio degli Studi Odontoiatrici e delle Strutture Sanitarie che erogano prestazioni di odontostomatologia. Tutti gli Studi italiani devono soddisfare tali requisiti e mantenere le adeguate procedure di sterilizzazione degli strumenti. Organi di controllo sono predisposti a monitorare l'adeguatezza degli Studi e delle procedure eseguite. Di certo quindi, affidarsi a Studi Italiani e non recarsi in Centri Odontoiatri all'estero garantisce una tutela dal punto di vista del rispetto delle normative. Capitolo a parte sono questi Studi che non rispettano le normative italiane di sanificazione o che addirittura prestano servizi di abusivismo, ovvero offrono servizi erogati da odontotecnici e non da odontoiatri.

Questo per quanto attiene al "solo" rispetto delle regolamentazioni: potete immaginare come la ricerca della vera eccellenza talvota possa dover superare gli obblighi di legge: qui la differenza.

Differenza significativa soprattutto per quanto riguarda il protocollo COVID-19

  • tutti i nostri medici, gli operatori sanitari e il personale amministrativo è stato vaccinato
  • tutti i nostri operatori si sottopongono ciclicamente a screening sierologico di controllo
  • tutti gli operatori che accedono alla struttura eseguono protocollo di sanificazione peronale e vengono sottoposti a misurazione della temperatura
  • tutto il nostro personale, nel caso di sospetto contatto COVID-19, esegue immediatamente il tampone e si mette subito in quarantena in attesa del risultato, per garantire il massimo della sicurezza del paziente
  • tutto il nostro personale, anche nel caso di sospetto contatto COVID-19 per cui non è obbligatorio il tampone, si sottopone ugualemente a tale esame e si mette immediatamente in quarantena in attesa del risultato per garantire il massimo della sicurezza al paziente e al resto dello staff
  • tutti i pazienti che accedono alla struttura eseguono preventivamente triage telefonico
  • tutti coloro che accedono alla struttura eseguono triage all'ingresso
  • a tutti coloro che accedono alla struttura viene misurata la temperatura corporea
  • a tutti coloro che accedono alla struttura è richiesto e ricordato l'uso corretto della mascherina
  • tutti coloro che accedono alla struttura si sottopongono a disinfezione delle mani 
  • tutti i giorni la struttura, oltre a essere pulita e disinfettata, viene sanificata tramite sanificatore Hygenio 
  • tutte le stanze della struttura vengono sottoposte a sterilizzazione tramite lampade UV professionali

 

La gestione degli studi operativi odontoiatrici prevede:

  • utilizzo di strumenti sottoposti a ciclo di sterilizzazione
  • pulizia e sanificazione dell'ambiente
    (il rispetto di questi due punti risulta obbligatorio per tutti gli studi odontoiatrici ma per i nostri pazienti vogliamo solo il meglio garantendo l'eccellenza)

Protocolli supplementari della nostra Clinica:

  • utilizzo da parte del paziente di colluttori specifici per la gestione della diffusione COVID
  • utilizzo di caschi di protezione da parte degli operatori per le procedure che creino aerosol
  • attivazione del protoccolo UV di sanificazione
  • protocollo di sanificazione tramite Hygenio

 

Coronavirus: andare dal dentista e dall'igienista è sicuro

Il Prof. Roberto Burioni tranquillizza e spiga quanto siano efficaci i protocolli di sicurezza adottati negli Studi 

“In realtà, gli odontoiatri e gli igienisti dentali sono da sempre 'al fronte' nel controllo delle malattie infettive. Il dentista e l’igienista possono trasmettere (o possono contrarre) HIV, HCV e numerose altre pericolose malattie virali, che da sempre sanno come controllare. Di conseguenza, si sono mossi anche per liminare al massimo la possibilità di contrarre o diffondere ai loro pazienti COVID-19.”, spiega il prof. Burioni sul sito.  

“Oltre alle solite pratiche in atto da sempre per contrastare la diffusione dei virus elencati sopra – informa il prof. Burioni – in questo periodo, come da indicazioni del Ministero della Salute, la categoria prima di tutto ha gestito gli appuntamenti in modo tale da evitare sovrapposizioni e affollamenti in sala d’attesa e ad assicurare nelle sedute il distanziamento sociale.”

“Tutto questo sforzo organizzativo ha consentito, – conclude – anche in questi mesi difficilissimi, di operare su pazienti che non possono portare la mascherina e di proseguire nell’attività di terapia e di prevenzione in tutta sicurezza, facendo sì che ai disagi e ai pericoli del COVID-19 non si debbano sommare anche quelli derivanti dalla trascuratezza dovuta all’emergenza.”

 

Uno studio ADA rivela come la percentuale di dentisti contagiati dal COVID-19 sia inferiore all'1%.

Uno studio dal titolo “Proiezioni di contagio da COVID-19 tra i dentisti degli Stati Uniti e misure di prevenzione”, promosso dalla American Dental Association Science and Research Institute e dall’Health Policy Institute, effettuato lo scorso giugno, fissa sotto l’1% la percentuale dei dentisti operanti sul territorio nazionale positivi al COVID. 

Lo scorso giugno, ricercatori provenienti da ADASRI e HPI avevano invitato i dentisti statunitensi, operanti tanto nel settore pubblico quanto nel privato, a partecipare ad un questionario online; questo poneva loro domande relative alla presenza di sintomatologia ascrivibile al COVID sofferta da loro stessi o da loro collaboratori, alle misure di contenimento della pandemia implementate all’interno dei loro studi e alle condizioni generali di salute psicofisica dei partecipanti al test. Solo lo 0,9% dei dentisti totali operanti negli Stati Uniti è stato considerato come possibile portatore di COVID, con un margine di errore dello 0,5%. “Questa è una notizia estremamente positiva per pazienti e dentisti allo stesso modo.” - confida il Dottor Marcelo Araujo, Ph.D. e CEO della ADASRI, responsabile di punta del settore scientifico ADA e autore primario del report - “Questo significa che quanto i dentisti stanno facendo, in fatto di aumento delle precauzioni contro la diffusione del virus e rinnovata attenzione per la salute di pazienti e team odontoiatrici, sta funzionando.”

In marzo, il New York Times aveva segnalato l’odontoiatria come una professione ad alto rischio di contagio da COVID-19 basandosi sui dati raccolti tramite O*NET, un database mantenuto dal Ministero del Lavoro. Era stato postulato che la pratica odontoiatrica potesse favorire la trasmissione del virus a causa dello stretto contatto tra medico e paziente e poiché molte delle procedure odontoiatriche generano aerosol, il quale potrebbe aiutare a diffondere il patogeno a partire da individui infetti.

 

Perché, dunque, lo studio odontoiatrico - che potrebbe teoricamente essere uno dei luoghi a rischio di infezione - è invece uno dei più sicuri?

“Il fatto che l’odontoiatria sia stata dipinta come una delle professioni più a rischio di contaminazione, ma che allo stesso tempo si presenti come una delle professioni sanitarie con la percentuale di positivi più bassa, non è una coincidenza.” - spiega Marko Vujicic, vicepresidente dell’ADA Health Policy Institute - “La professione ha raccolto questa sfida con serietà e determinazione, e i risultati si vedono."

 

Se, allora, gli studi odontoiatrici possono considerarsi un luogo sicuro, presso la Clinica Regina Salutis siete in una botte di ferro!

Nella foto: un nostro operatore odontoiatrico abituato all'utilizzo del casco di protezione anti COVID-19 a maggior tutela dei pazienti.
Tale protocollo, non abituale per la maggior parte delle cliniche, garantisce il massimo della sicurezza per i nostri pazienti.

A dimostrare il nostro impegno nella tutela del paziente il fatto che nessuno del nostro personale (medici, operatori sanitari, amministrativi) abbia mai contratto il COVID-19.

 

Per i nostri pazienti non solo qualità e sicurezza, ma anche comodità!

Nessun materiale da impronta fastidioso per rilevare le impronte dentali: quello che viene utilizzato al suo posto per la scansione delle arcate dentali e dell'occlusione vi farà esclamare: "Tutto un altro mondo!". Il nostro Studio ha sviluppato ed acquisito una tecnologia all’avanguardia che consente, tramite il migliore fra gli scanner intraorali presenti sul mercato (scanner 3 Shape TRIOS), di rilevare le ”impronte digitali" dei denti con grande precisione e realismo, soprattutto senza più rilevare le impronte tradizionali con la pasta che sia i bambini sia molti adulti vivono con non poca angoscia.

La scansione digitale eseguita presso la nostra clinica:

  • non è invasiva
  • non fa male
  • non induce il vomito
  • dura solo pochi minuti
  • si può interrompere in qualsisi momento
  • diverte i bambini
  • è estremamente precisa
  • riproduce anche i colori reali di denti e gengive

Tutti i pazienti, non solo i piccini, resteranno affascinati nel vedere proiettati sullo schermo del computer i loro denti e i loro tessuti, con l'esatta riproduzione dei colori origiali.

La scansione digitale non richiede radiazioni: lo scanner 3 Shape proietta sulla superficie dell’oggetto da analizzare una fonte luminosa, la cosiddetta "luce strutturata"; la deformazione che tale luce subisce quando entra in contatto con i denti del paziente viene catturata tramite più telecamere e sfruttata per elaborare un’immagine tridimensionale che viene proiettata sullo schermo del computer.

 

Per maggiori informazioni sui diversi trattamenti offerti, vi suggeriamo di visitare le pagine dedicate.

Esplora la nostra Clinica Odontoiatrica tramite la gallery qui di seguito.

Presso la Clinica Regina Salutis investiamo continuamente:

  • in macchinari all’avanguardia
  • nei migliori materiali offerti sul mercato
  • in continui corsi di formazione e specializzazione per i nostri operatori, i quali sono tenuti ad essere sempre aggiornati sulle ultime innovazioni tecnologiche per ottenere risultati ogni volta migliori
  • per mantenere il più elevato possibile qualsiasi standard di sanificazione

Le attrezzature di cui disponiamo ci permettono di eseguire rapidi e precisi esami con lo scopo di disegnare un quadro clinico complessivo sul quale poi costruiamo un piano di cure adeguato alla singola situazione e orientato sul lungo periodo per garantire una soluzione definitiva.

I punti chiave del Centro Odontoiatrico della Clinica Regina Salutis:

Diagnosi: rappresenta il "punto zero". Individuando correttamente il tuo problema specifico riusciamo di conseguenza a fornire la soluzione corretta e definitiva.

Avanguardia: lavoriamo solo con macchinari di ultima generazione che consentono di avere risultati eccellenti riducendo tempi e costi dei trattamenti.

Eccellenza: lavoriamo solo sfruttando i migliori materiali presenti sul mercato per garantire altissima qualità e durata nel tempo.

Esperienza: tutti i nostri operatori sono specialisti nelle varie brache dell'odontoiatria e vantano un curriculum significativo.

Serietà: non siamo interessati a fornire soluzioni approssimative per garantirci il ritorno dei clienti: per noi un paziente soddisfatto è la più grande soddisfazione e la miglior pubblicità.

Empatia: i nostri operatori sanno di non trovarsi di fronte ad un "manichino" bensì ad una persona con dei sentimenti, delle emozioni, delle paure, delle preoccupazioni. Il nostro scopo non sarà quindi fornire un trattamento di eccellenza da un punto di vista puramente tecnico ma anche per quanto riguarda il "rapporto umano": il paziente dovrà sentirsi a proprio agio, relazionandosi con un operatore gentile, sensibile, attento a rispondere a qualsiasi domanda e rassicurare il paziente tormentato da dubbi e paure.

Successo: gli investimenti in tecnologie avanzate, abbinati alla nostra esperienza, ci consentono di ottenere percentuali di successo elevatissime, addirittura superiori alla media mondiale.

 

"Ma io prendo il pullman e vado a fare turismo dentale, così risparmio! Tanto è solo questione di tasse e di prezzi più cari dei dentisti! Oppure mi affido a qualche franchising odontoiatrico che conviene..."

Affidereste la costruzione di casa vostra a una ditta di cui non conoscete il proprietario né i dipendenti, che utilizza materiali scadenti e lavora in modo sbrigativo, e che però che vi propone un'offerta più conveniente?

Se a questa domanda avete risposto “no” è per un semplice motivo: ci sono alcuni aspetti delle nostre vite in cui è necessario e fondamentale affidarsi a dei professionisti. È il caso della casa, ma questo discorso è valido in particolar modo quando si parla di salute, soprattutto della salute della nostra bocca e dei nostri denti.

Sappiate che il turismo dentale, che fino a pochi anni fa era diventato una scelta piuttosto gettonata degli italiani, ha subìto un forte arresto. Il motivo? Risultati deludenti, scarsa qualità e il sopraggiungere di problemi ancor peggiori di quelli iniziali! Non è infrequente, ricordano gli esperti, che pazienti che hanno approfittato di pacchetti low cost siano, poi, rientrati in Italia con la necessità di intervenire nuovamente, presentando situazioni molto più complicate da risolvere. Purtoppo, il fenomeno della guerra al ribasso lo possiamo vedere anche in Italia: il fenomeno del low cost è nato per via del fatto che le cure dentali sono integralmente a carico delle famiglie, con conseguente guerra al ribasso da parte dei dentisti e delle cliniche dentali. Una recente inchiesta di Report ha analizzato il mondo delle cliniche low cost, scoprendo che in molti casi sono gestite da finanziarie che assumono odontoiatri poco affidabili. Il problema consiste nel fatto che al di sotto di certi standard di costo, i materiali utilizzati possono essere scadenti e provocare nel tempo danni alla bocca del paziente. 

 

"Ma come fanno anche in Italia ad offrire delle tariffe più basse rispetto agli studi dentistici tradizionali?"

La risposta si deve a tre aspetti:

  • da un lato, le cliniche low cost risparmiano sui materiali, sulle attrezzature utilizzate e sulle procedure di sanificazione. Non c’è innovazione tecnologica nei macchinari presenti in clinica e vengono utilizzati materiali di bassa qualità senza alcuna garanzia
  • dall’altro, il personale che ci lavora è spesso poco qualificato, composto da dentisti neolaureati alle prime armi che pur di poter imparare la professione sono disposti anche a scendere a forti compromessi sul compenso, consentendo all’azienda di tagliare i costi
  • inoltre, il metodo di lavoro è sbrigativo e superficiale: accorciare i tempi di lavoro abbatte notevolmente i costi e permette di visitare un elevato numero di pazienti in poco tempo

È evidente che questi tre aspetti non incidono solamente sull’abbattimento dei costi per le cliniche low cost ma anche, e soprattutto, sulla qualità dei trattamenti effettuati e, di conseguenza, sulla salute dei pazienti. Materiali e attrezzature non adeguate, nel 99% dei casi, comportano ricadute e ulteriori problemi ai pazienti, i quali sono costretti per forza a ritornare nella clinica entrando in un circolo vizioso da cui è difficile uscire. Stessa cosa per il personale poco qualificato che, non avendo un’esperienza adeguata e per dover risparmiare tempo, sceglierà sempre la soluzione più facile e veloce, proponendo una soluzione immediata senza però garantire risultati positivi sul lungo periodo.

Non sono rari i casi in cui i materiali utilizzati, oltre che essere scadenti, sono addirittura dannosi per la salute.

Un’altra peculiarità delle cliniche low cost è la mancanza di logiche di prevenzione a favore di quelle di terapia. Non viene mai dato al paziente un quadro complessivo della sua situazione, né viene preparato un piano di cure personalizzato e orientato sul ripristino della salute orale nel lungo periodo. E se non si ragiona sulla prevenzione non si riuscirà mai a fornire una soluzione a 360° che non comporti ricadute o peggioramenti futuri.

L’eccellenza non si trova nei pacchetti low cost!

E non solo: non parliamo di standard di eccellenza paragonati a standard più bassi ma accettabili: molto spesso visitiamo pazienti con danni irreparabili.

Ci sono alcune cose sulle quali si può risparmiare e per cui si può scendere a compromessi, mentre per altre no! La salute della vostra bocca e dei vostri denti è troppo importante per accontentarsi di un compromesso, per questo vi consigliamo di affidarvi a veri professionisti, che sapranno fornirvi soluzioni serie e durature su misura, spinti dal desiderio di farvi stare meglio e non da quello di guadagnare di più.

 

Nelle cliniche low cost, il rischio è che:

  • le diagnosi e le impostazioni terapeutiche non siano corrette
  • la qualità dei materiali utilizzati sia inferiore agli standard
  • la sicurezza igienica generale sia inferiore agli standard
  • gli operatori non siano esperti
  • si impostino finanziamenti anche importanti per trattamenti talvolta incongrui che non potranno essere eseguiti per problematiche cliniche
  • la ditta dichiari fallimento lasciando il paziente con un finanziamento aperto e il lavoro odontoiatrico non eseguito

 

 

Secondo l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani, il sistema delle catene odontoiatriche low cost è un problema che “Non soltanto colpisce i pazienti, ma anche gli odontoiatri che lavorano in queste strutture e che devono assoggettarsi a una sorta di sudditanza commerciale che va contro la loro etica e che svilisce professionalmente ed economicamente il loro operato. Il problema del costo delle prestazioni odontoiatriche è indiscutibile, ma non si speri di ritrovare la soluzione nelle strutture low cost, che tali sono solo di facciata e spesso creano bisogni di salute, né nei viaggi all’estero, che la gran parte delle volte si traduce in recidiva e danni ulteriori per il paziente.”, afferma sul sito il presidente Andi (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), Carlo Ghirlanda. 

 

 

Lo scandalo delle diagnosi inventate

Nel 2016, un’inchiesta de "Le Iene" ha portato a galla un altro aspetto inquietante riguardante le cliniche low cost: a seguito della segnalazione di un giovane dentista che aveva lavorato per un periodo all’interno di una delle tante cliniche low cost, è emerso che, spesso, durante la prima visita gratuita, venivano segnalate ai pazienti patologie inventate con il solo scopo di lucrare sulle spalle di persone inconsapevoli. Comportamenti di questo tipo sono frutto di vere e proprie istruzioni che vengono date dai responsabili o dai titolari del franchising direttamente ai medici che vi lavorano con l’unico scopo di guadagnare più soldi, anche (e specialmente) sulle spalle dei pazienti.

Guarda il video