Ciao!

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione per qualsiasi tua richiesta.

Chiamaci ora
Orario Continuato
Visite su appuntamento
Ciao, come possiamo aiutarti?
×
Contattaci

ORTODONZIA

  • HOME
  • SERVIZI
  • ORTODONZIA

"Che cos'è un ortognatodonzista?"

Si tratta di un professionista altamente specializzato che ha conseguito:

  • a seconda dell'età, una Laurea In Medicina e Chirurgia o una Laurea Specilistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria (entrambe di 6 anni di studio)
  • ha frequentato per 3 anni una Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia

Attenzione: attualmente non vi è nessun decreto legge che vieti l'applicazione di apparecchi ortodonciti a operatori che non abbiano conseguito la Specializzazione in Ortognatodonzia; ciononostante, potrete ben capire come affidarvi ad un esperto possa essere importante.

Il Centro di Ortodonzia della Clinica Regina Salutis è formato unicamente da specialisti in ortognatodonzia di lunga esperienza e con curriculum di tutto spessore, e non da dentisti generici.
La nostra équipe medica fa parte del corpo docenti dell'Orthodontic School di Rimini: i nostri specialisti conoscono tutte le tecniche ortognatodontiche esistenti e hanno selezionato i migliori piani terapeutici finalizzati alla cura delle varie malocclusioni.

Il nostro team, tramite l'Orthodontic School di Rimini, forma medici già specialisti in ortognatodonzia provenienti da tutta Italia e da sedi internazionali. I nostri pazienti potranno quindi contare sulla massima affidabilità nella diagnosi ortodontica e nell'impostazione di una terapia che sfrutterà unicamente i migliori presidi medici presenti oggi in ambito scientifico.

 

 

Vantiamo come direttore del settore ortodontico della nostra Clinica il Professor Cesare Debernardi, già direttore della Scuola di Ortognatodonzia dell'Università di Torino, e oggi direttore dell'Orthodontic School di Rimini. Il nostro Centro Ortognatodontico risulta pertanto un punto di riferimento per la gestione dei casi più complessi che vengono inviati a noi anche da altri colleghi.

 

 

La Clinica Regina Salutis offre la possibilità di eseguire visite ortognatodontiche gratuite per valutare la presenza di una eventuale malocclusione e il miglior trattamento indicato. Tali visite non saranno finalizzate al solo raggiungimento di un allineamento dentale ma anche al ripristino della corretta funzionalità dell’apparato stomatognatico. Un'ortodonzia incongrua o mirata solo a "raddrizzare i denti" può infatti molto spesso essere causa dell'insorgenza di importanti sintomatologie di tipo gnatologico.
Risulta pertanto fondamentale affidarsi a mani di esperti che sappiano gestire una terapia corretta ma soprattutto che non siano approssimativi nell'impostare una diagnosi: non è mai possibile, infatti, intraprendere una terapia ortodontica senza aver eseguito uno studio del caso basato su dati diagnostici fondamentali.

I dati diagnostici essenziali sono sempre:

  • impronta delle arcate dentali
  • rilevamento dell'occlusione
  • ortopantomografia delle arcate dentali (panoramica)
  • teleradiografie del cranio e conseguenti calcoli cefalometrici 

Qualsiasi trattamento ortodontico impostato unicamente in seguito ad una impronta e ad una panoramica non risulta scientificamente completo.
Gli specialisti della nostra Clinica seguono sempre scrupolosamente questo protocollo diagnostico fondamentale, garantendo serietà e competenza nei confronti dei loro pazienti.

 

 

Le varie branche dell'ortodonzia gestite presso la nostra Clinica sono le seguenti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni vi suggeriamo di visitare le pagine dedicate.

Dopo un'accurata visita clinica e a seguito di un’approfondita analisi dei dati diagnostici del paziente, i medici ortodontisti della Clinica Regina Salutis sapranno indicare la terapia ortodontica più adeguata, finalizzata:

  • al miglioramento della malocclusione dentale 
  • al miglioramento del rapporto mandibolo-cranio-cervicale
  • al miglioramento dell'estetica del sorriso

Presso la nostra Clinica, le diagnosi ortodontiche e le eventuali terapie vengono gestite solo da specialisti in ortognatodonzia o addirittura dal Professor Cesare Debernardi, già direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dell'Univerità di Torino, e attualmente direttore dell'Orthodontic School di Rimini.

 

 

Se interessati a una valutazione di eventuali problematiche occlusali, non esitate a contattare la nostra Clinica per una visita specialistica gratuita completa: scoprirere che i nostri medici non solo offrono un'esperienza clinica d'eccellenza, ma sono anche affabili e disponibili a chiarire ogni vostro dubbio o curiosità. Il rapporto umano è per noi, infatti, di fondamentale importanza e lo consideriamo una competenza medica indispesabile.

 

Metodiche ortodontiche: quali differenze?

Prima di parlare di metodiche bisogna soffermarsi sull'operatore. Sono necessarie, innanzitutto, la formazione e l'esperienza clinica del medico specialista, il quale dovrà innanzitutto eseguire una corretta diagnosi e successivamente valutare, per ogni singolo paziente, il trattamento adeguato alla tipologia di malocclusione e all'età biologica. Differente dovrà infatti essere il rapporto al trattamento di un paziente in età evolutiva rispetto ad un paziente in età adulta.

Fondamentale quindi sarà:

  • la capacità di eseguire una corretta diagnosi
  • la capacità di impostare una corretta terapia
  • la capacità di saper gestire clinicamente la terapia impostata

 

Analizziamo questi punti uno per volta

 

 

1) Capacità di eseguire una corretta diagnosi

Molto spesso i pazienti si presentano presso la nostra Clinica per un consulto circa la correttezza della terapia ortodontica intrapresa. Assai frequentemente, purtoppo, gli stessi riferiscono di apparecchi ortodontici realizzati senza basare lo studio del caso sui dati diagnostici essenziali, ovvero sulla sola base di un'impronta e una panoramica. 

Come Scuola di Ortodonzia (Orthodontic School Rimini) specifichiamo che è altamente sconsigliabile e inadeguato intraprendere un qualsiasi piano di trattamento ortodontico senza aver analizzato ed elaborato la terapia accuratamente in seguito a valutazione dei dati diagnostici essenziali, che dovranno sempre essere:

  • rilevamento delle impronte di entrambe le arcate dentali 
  • rilevamento dell'occlusione e montaggio dei modelli in occlusione
  • cefalometria del cranio in proiezione latero-laterale
  • tracciato cefalometrico eseguito su cefalometria del cranio in proiezione latero-laterale
  • cefalometria del cranio in proiezione postero-anteriore (altamente consigliabile)
  • tracciato cefalometrico eseguito su cefalometria del cranio in proiezione postero-anteriore (altamente consigliabile)

Anche il più bravo specialista in ortodonzia al mondo non potrebbe mai fare una valutazione diagnostica compelta basandosi solo sul rilevamento delle impronte e una panoramica dentale.

 

 

Da questo concetto fondamentale possiamo iniziare a parlare del secondo punto in questione, ossia la:

2) Capacità di impostare una corretta terapia

Il più bravo specialista in ortodonzia al mondo non si permetterebbe mai di intraprendere una terapia ortodontica senza prima aver rilevato tutti i dati diagnostici essenziali.

Detto questo, possiamo iniziare a parlare di metodiche.

 

"Tutte le metodiche sono uguali?"

 

 

Assolutamente no. Esistono tecniche differenti per correggere una determinata occlusione, ma è da dire che alcune sono più complete di altre nell'affrontare gli squilibri funzionali e di bilanciamento, garantendo quindi il raggiungimento di un rapporto mandibolo-cranio-cervicale più corretto e scongiurando l'insorgenza di sintomatologie gnatologiche secondarie (per esempio, se parliamo di bambini, una terapia con espansore del palato o con apparecchio ortodontico fisso non porta ad un bilanciamento mandibolo-cranio-cervicale completo, che può essere invece raggiunto tramite l'utilizzo di apparecchiature funzionalizzanti).

Esiste anche un altro problema fondamentale che si è evidenziato nei pazienti in terapia ortodontica che si sono recati da noi per un consulto o una supervisione circa la correttezza del trattamento ortodontico intrapreso: talvolta ci troviamo di fronte ad apparecchiature ortodontiche completamente inadeguate rispetto alla malocclusione da trattare o all'età del paziente (per esempio, apparecchi ortodontici fissi in bambini con dentatura mista). 

Un altro problema che spesso riscontriamo nei pazienti in terapia ortodontica che si sono recati da noi per un consulto o una supervisione circa la correttezza del trattamento ortodontico intrapreso è la difficoltà nella gestione dell'apparecchio ortodontico. Purtoppo non basta saper scegliere la tecnica ortodontica adeguata ma è necesario conoscere profondamente i vari materiali che si gestiscono, le basi di biomeccanica ortodontica ed anche, se si parla di età evolutiva, di sviluppo craniale. La capiacità clinica dell'operatore risulta quindi fondamentale per non rischiare di creare problematiche a volte anche peggiori di quelle che si vogliono correggere.

 

3) Capacità di saper gestire clinicamente la terapia impostata

 

 

Da sottolineare come "per vincere una corsa non sia necessario solo un buon mezzo, ma anche un ottimo pilota": nell'intraprendere una terapia, quindi, anche la miglior attrezzatura a disposizione dovrà essere adeguatamente gestita dall'operatore, il quale dovrà seguire il paziente passo dopo passo durante il trattamento e saper sempre monitorare e gestire la terapia al fine di ottenere un risultato terapeutico soddisfacente sia da un punto di vista funzionale sia estetico.

 

 

Per i pazienti della Clinica Regina Salutis miriamo sempre soddisfare tutti questi tre punti fondamentali. Pertanto:

  • presso la nostra Clinica, gli studi dei casi ortognatodontici vengono sempre eseguiti in équipe e supervisionati dal Professor Cesare Debernardi in seguito a rilevamento di tutti i dati diagnosti essenziali e a valutazione posturale. Una collegialità diagnostica azzera il rischio di errore
  • i nostri referenti per l'otodonzia, quali docenti Orthodontic School Rimini, conoscono e insegnano tutti i tipi di terapia ortodontica eistenti e hanno selezionato per i nostri pazienti le tecniche che siano
    • più efficaci  e complete
    • meno invasive
  • come referente Orthodontic School, il nostro Centro Ortognatodontico si pone super partes offrendo la possibilità di un consulto e/o una supervisione esperta di un'eventuale terapia ortodontica intrapresa
  • le terapie ortodontiche portate avanti presso la Clinica Regina Salutis sfruttano solo gli strumenti ortodontici di migliore qualità
  • le terapie ortodontiche portate avanti presso la Clinica Regina Salutis vengono gestite solo da specialisti in ortodonzia docenti dell'Orthodontic School di Rimini e non da dentisti generici
  • i progressi e l'andamento delle terapie ortodontiche portate avanti presso la Clinica Regina Salutis vengono sempre valutati e studiati in équipe dai nostri specialisti in ortodonzia docenti dell'Orthodontic School di Rimini per garantire il massimo della gestione terapeutica e abbattere i margini di errore

Visita clinica specialistica ortognatodontica nei bambini: quando?

 

 

Soprattutto per quanto riguarda il paziente in età evolutiva, si apre una vasta parentesi: fondamentale la valutazione del paziente in età evolutiva, in modo da eseguire eventuali terapie intercettive in grado di ottenere un corretto sviluppo mandibolo-mascellare nei bambini. A tal fine, la strategia di elezione risulta essere la terapia funzionalizzante, in quanto non sono tanto importanti i denti dritti quanto il corretto sviluppo del rapporto mandibolo-mascellare. Il non corretto rapporto mandibolo-mascellare può, infatti, portare nei bambini ad atteggiamenti scoliotici. Le valutazioni ortodontiche in età evolutiva comprendono la valutazione del rapporto fra occlusione e postura tramite analisi della postura e colonna vertebrale (senza radiografia). Di fondamentale importanza risulta il timing: intervenire in una malocclusione precocemente può risultare la chiave per ottenere importanti risultati laddove una volta superato il picco di crescita dell'età puberale del paziente risulterebbe molto più impegnativo o talvolta impossibile.

Si consiglia pertanto una valutazione ortognatodontica già nei pazienti dai 3-4 anni di età per un controllo di crescita corretta.

 

 

A chiarimento delle vostre domande sulle terapie ortodontiche nei bambini e negli adulti, vi suggeriamo di visitare le pagine dedicate all'ortodonzia infantile e del paziente in età evolutiva, dove "il paziente domanda, lo specialista risponde". 

Se siete interessati ad una valutazione crescita dei vostri figli chiedete della Dott.ssa Laura Costa, specialista in ortognatodonzia, responsabile del settore per il centro "età evolutiva" della nostra Clinica.

Dott.ssa Laura Costa

Nata a Parma il 28 agosto 1984, nel 2009 consegue la Laurea Specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università Politecnica delle Marche e nel 2012 si specializza a pieni voti in Ortognatodonzia presso l’Università degli Studi di Torino.

Frequenta negli anni di corso 2009-2014 l’AIOT, “Accademia Italiana di Osteopatia Tradizionale”, e approfondisce gli studi in tale ambito.

Partecipa a ricerche e pubblicazioni internazionali riguardanti il rapporto occlusione e postura, e i pazienti in età evolutiva.

Esercita come specialista in Ortognatodonzia e responsabile del settore “Ortognatodonzia Infantile” presso la Clinica Privata Regina Salutis di Rimini e presso il Centro Atlas Medica di Parma.

Docente dell'Orthodontic School di Rimini con specializzazione "età evolutiva".

Oltre al curriculum medico vanta una importante esperienza in ambito di animazione e intrattenimento bambini e ragazzi, ponendosi come una figura di riferimento adatta ai giovani pazienti non solo per l'importante esperienza scientifica ma anche per il carattere giocoso e l'empatia che la contraddistingue e che le permette di far sentire a proprio agio anche i bambini più timidi e timorosi.

 

Nel caso in cui desideraste una consulenza o una valutazione di un trattamento ortodontico già in corso, potrete usufruire di una diagnosi d'équipe, con direzione da parte del Prof. Cesare Debernardi: nel caso in cui emergesse un'eventuale incongruenza circa la terpia intrapresa, non avrete quindi la percenzione di dover valutare un'eventuale "campana contro l'altra", ma avrete l'opinione dell'équipe di docenti dell'Orthodontic School di Rimini, di cui il direttore vanta un'esperienza medica e ortognatodontica di tutto spessore.

 

 

Prof. Cesare L. M. Debernardi

Nato a Torino il 9 novembre 1954. Laureato con lode in Medicina e Chirurgia (1979), è specialista in Odontostomatologia nel novembre 1982.

Dal 2002 è professore di I° fascia di Malattie Odontostomatologiche (SSD MED/28) presso l’Università di Torino, ove ha prestato servizio presso Struttura complessa a direzione universitaria di Odontostomatologia Preventiva e Restaurativa presso la Dental School. 

È stato direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dell’Università di Torino per sei anni.

Ex Presidente del Corso di Laurea in Igiene Dentale e Responsabile del Reparto di Parodontologia.

È titolare della cattedra di Ortognatodonzia I e II, nel CLMOPD, di Odontostomatologia nel CdL in Medicina e Chirurgia e di Terapia Ortodontica nell’adulto (Igiene Dentale).

È autore di 107 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali, ed è stato relatore in numerosi congressi internazionali e nazionali. I suoi campi di interesse sono orientati in modo particolare sul trattamento ortodontico del paziente adulto.

Esercita la libera professione presso la Clinica Regina Salutis di Rimini dove è responsabile del settore “Casi Ortodontici Complessi”.

Fondatore dell'Ortodontic School di Rimini, in collaborazione con A.R.M.S., "Associazione Ricerca Medica e Sociologica" (non a fine di lucro), presso cui organizza la didattica di vari corsi di aggiornamento scientifico e master privati.