Ciao!

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione per qualsiasi tua richiesta.

Chiamaci ora
Orario Continuato
Visite su appuntamento
Ciao, come possiamo aiutarti?
×
Contattaci

VISITA OCULISTICA NEI BAMBINI: QUANDO FARLA

  • HOME
  • BLOG
  • VISITA OCULISTICA NEI BAMBINI: QUANDO FARLA

È importante che anche i bambini piccoli siano sottoposti a periodici controlli per escludere o correggere eventuali problemi alla vista.

Le visite oculistiche servono a scoprire e risolvere le cause che impediscono un normale sviluppo della vista del bambino.
Anche se il bambino non ha mai avuto problemi di vista è bene sottoporlo a controlli periodici.
I controlli entro i 6 mesi di vita servono a escludere malattie del bulbo oculare.
A 3 anni si possono rilevare difetti visivi che potrebbero causare ambliopia (occhio pigro) o strabismo.
A 6 anni, prima di iniziare la scuola elementare, è consigliato portare il bambino dall’oculista.
Anticipare la visita oculistica se il bambino tende ad avvicinare gli oggetti al viso per osservarli o ad avvicinarsi al televisore durante la visione.
Portare sempre il bambino dall’oculista se ha una congiuntivite che non passa nonostante i farmaci o se si nota un riflesso bianco nella pupilla. 

QUANDO EFFETTUARLA

Anche se il bambino non ha mai avuto problemi di vista, è bene sottoporlo a controlli alle seguenti età:

  • Entro i 6 mesi di vita per escludere patologie del bulbo oculare;
  • A 3 anni si possono rilevare difetti visivi o anisometropie (differente visione tra i due occhi) che potrebbero essere causa di ambliopia (occhio pigro) o strabismo;
  • A 6 anni in concomitanza con l'inizio della scuola dell'obbligo.

Successivamente, e secondo le indicazioni dell'oculista, è consigliato effettuare visite periodiche.

QUANDO ANTICIPARLA

Uno strabismo improvviso, la tendenza ad avvicinare gli oggetti al viso, la tendenza ad avvicinarsi al televisore con sensazione di difficoltà a vedere gli oggetti lontani, una congiuntivite che non passa con la terapia prescritta dal pediatra, un riflesso bianco della pupilla (leucocoria) sono sempre meritevoli di visita oculistica urgente.
Bisogna tenere ben presente che il mondo che interessa al bambino è quello che può toccare con le proprie mani. Al bambino non interessa vedere le macchine lontane, ma vuole afferrare la bambolina vicino a lui, ma se si avvicina al televisore.
Certo, quando va al parco con i genitori e vede l'uccellino lontano o un aereo che passa, non può essere miope.

 

 

Altri articoli correlati

BAMBINI E POSTURA: l'importanza di una diagnosi precoce e di crescita corretta
"Una postura bilanciata è essenziale per il mantenimento dell’efficienza muscolo-scheletrica e la prevenzione delle sindromi algiche e, p...
Leggi di più
PROBLEMATICHE VISIVE NEI BAMBINI
"E PER QUANTO RIGUARDA LE PROBLEMATICHE VISIVE?"   L’équipe medica del nostro ambulatorio specialistico ha dimostrato con pubblica...
Leggi di più
DISLESSIA: come fare una diagnosi VERA
Sapevate la maggior parte delle diagnosi di DISLESSIA vengono eseguite erroneamente quando invece si tratta di problematiche visive facilmente risolvi...
Leggi di più
L'IMPORTANZA DI CORRETTE ABITUDINI ALIMENTARI 
Tutti sappiamo che i mass-media e la moda erano arrivati a propore dei modelli di magrezza esasperati, molto spesso ai limiti o addirittura del tutto ...
Leggi di più
OSTEOPATIA PEDIATRICA: quando è utile? A volte appena nati!
L’osteopatia pediatrica serve per intervenire nel momento in cui traumi che si verificano nel corso dell’infanzia vanno a scompensare e al...
Leggi di più